LINFODRENAGGIO VODDER

Il linfodrenaggio secondo Vodder è una tecnica di massaggio,ideata dal danese EmilVodder, che con manovre particolari e complesse esplica il suo effetto a livello dei tessuti più superficiali del corpo(cute e sottocute) influendo direttamente sul drenaggio della linfa e dei liquidi interstiziali; è la terapia d’elezione nell’approccio fisioterapico di linfedemi primari e secondari. La tecnica consiste in tocchi molto leggeri che hanno lo scopo di “incanalare” la linfa nella direzione di deflusso; la pressione va esercitata solo in direzione delle stazioni linfonodali regionali, perché se si spingesse in tutte le direzioni si spargerebbe la linfa e se ne renderebbe più difficile il drenaggio.
La tecnica di Leduc venne messa a punto qualche anno dopo quella di Vodder; le due scuole si basano sugli stessi principi e la differenza sostanziale sta nella tipologia dei movimenti. Infatti, la manovre della tecnica Leduc sono minori e vengono applicati protocolli differenti in base al tipo di disturbo trattato. Inoltre viene data molta importanza al bendaggio degli arti colpiti da edema; quest’ultimo è parte integrante del trattamento.
Indicazioni:
• edemilinfatici (di specieprimaria e secondaria)
• dannitraumatici (ematoma, distorsione, fratture, strappamenti della fibramuscolare, lussazione, operazioni, bruciature)
• curaconsecutive del cancro (per esempiodopooperazioni al senoconestrazione di linfoghiandole)
• morbusSudeck (algodistrofia, CRPS = sindromecomplesso del dolore)
• curainsoddisfatta di ferite, formazione di cicatrici o ulcerazioni
• malattiereumatiche, infiammazionicroniche (sclerodomia, bronchite, raffreddorecronico, …)
• edemi di inattività (paralisi)
• osteoporosi (cura di piccoliedemi alla colonna vertebrale)
• nevralgiatrigeminus, paresifacciale
Controindicazioni
• tutte le malattie maligne non trattate
• infiammazioniacute (per esempioreazioniallergicheacute)
• trombosi
• edemi al seguito di insufficienzacardica
• asma bronchiale